Nudismo e Naturismo

vivere con naturalezza

Nudi a New York


Fa caldo e quando fa caldo ci si presenta come “mamma ci ha fatti”!

Questa è la nuova moda neyorkese. E per chi vuole spogliarsi questa è l’estate giusta! La metropoli propone una vasta gamma di attività sociali alle quali si può partecipare come natura ci ha fatto.

Nell’Upper East Side, al 1616 della Second Avenue, al locale Dorian’s, tutti coloro che si sentono a proprio agio solo se nudi possono tranquillamente mangiare svestiti. Il Dorian’s è stato il primo locale ad ospirare serate “No hot Soup” organizzate da John Ordover (web-marketer).

A Downtown Manhattan si può andare da Mercantile Grill, al Pearl Street, o al “Nake Lunch Bar & Lounge“.

Al di là dell’East River c’è Pete’s Downtown, al numero 2 della Water Street di Brooklyn.

La scelta è varia e organizzare una «naked dinner» è assai semplice: basta chiamare un ristorante che aderisce alla «No Hot Soup», concordare la serata e poter contare su un sufficiente numero di adesioni visto che il locale per l’occasione chiude al pubblico, al fine di consentire ai nudisti di svolgere tranquillamente il proprio party.

Normalmente i camerieri e i cuochi restano vestiti, ma questo non disturba i nudisti e, secondo quanto detto da Ordover al New York Post, non sconvolge neanche troppo i ristoratori perché “a New York si vede di ben altro…”.

La richiesta di eventi sociali per chi ama denudarsi è talmente ampia che basta avere un’idea innovativa per essere sommersi dalle richieste, come avvenuto per Sultana, il locale di Williamsburg, a Brooklyn, per metà ristorante e per metà dancing, dove si danno appuntamento gli amanti del nyotaimori ovvero il sushi servito su corpi completamente nudi per poter essere consumato a temperatura corporea.

Per comprendere quanto numerosi e affollati siano i party senza veli a New York basta andare a cercare la controprova altrove, come per esempio negli elenchi degli iscritti ai corsi di “Naked Yoga”, basati sull’idea che gli indumenti ostacolano la concentrazione di chi li porta.

Al “Phoenix Temple” di Midtown le lezioni per nudisti si svolgono due volte la settimana: iniziano con la cerimonia dell’abbandono degli abiti – che dura circa dieci minuti – e poi continuano come avviene per tanti altri corsi di yoga.

NakedYogaNyc” è un club che offre corsi senza abiti a prezzi stracciati. Per chi non vuole andare in palestra preferendo sessioni private di «Naked Yoga» i prezzi salgono notevolmente, ma i clienti, uomini e donne, risiedono in gran parte nell’area del «Golden Block» dell’Upper East Side dove si registra la maggiore percentuale di ricchi dell’intero Pianeta. I ricchi spesso si annoiano e lo yoga praticato senza abiti indosso può essere un passatempo davvero insolito.

Lo «HotNudeYoga», al numero 100 della 23ª Strada, è invece dedicato solo a clienti gay, vicino alla palestra c’è un omonimo negozio di articoli sportivi e chi diventa socio riceve anche una newsletter che racconta di «successi spirituali», viaggi in India e interazioni fra yoga e sesso «che per alcuni insegnanti sono da evitare mentre per altri sono inevitabili».

Poco lontano, sempre a Chelsea, c’è il People’s Improv Theatre dove la compagnia artistica «Naked Comedy Showcase» del bostoniano Andy Ofiesh alterna sul palcoscenico spettacoli dei comici Jenn Lennon, Tim McIntire detto «il reverendo», Denise Robichau, Dan Sally e Myq Kaplan. Tutti rigorosamente nudi.

Per gli amanti del genere c’è anche un musical a Broadway. Al teatro New World Stages, sulla 50ª Strada, va in scena «Naked Boys Singing» che il New York Times ha recensito parlando di «una produzione affabile e accattivante con un cast versatile e di talento» come si intuisce già dal numero di apertura, il cui titolo è «nudità gratuita» perché spogliarsi per il gusto di farlo non comporta guadagni ma garantisce forti sensazioni di libertà e benessere.

Poco lontano dal teatro, a Times Square, suona il «Naked Cowboy», il 38enne Robert John Burck che intrattiene i passanti suonando la chitarra. Ma è un nudista démodé perché non rinuncia agli slip.

Fonte: www.lastampa.it

Archiviato in:News dal Mondo, Notizie, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 19 follower

RSS eDreams RSS

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Link più cliccati

Blog Stats

  • 100,177 hits
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: